San Cristoforo

  • ERBUSCO (BS) – LOMBARDIA
LLa nostra famiglia conduce l’azienda San Cristoforo dal 1992, anno della sua fondazione. Produciamo i franciacorta con solo uve di nostra proprietà.
Dieci ettari di vigneto coltivati con passione e lavorati nel più scrupoloso rispetto del Disciplinare di Produzione, quasi tutti a Erbusco, nel cuore della Franciacorta.
Seguiamo con dedizione e professionalità tutte le fasi della produzione assicurando Franciacorta di grande qualità e spiccata personalità.
Tradizione, semplicità e passione sono i valori che distinguono la nostra famiglia e il nostro lavoro.

Franciacorta Brut

Ottimo come aperitivo, primi a base di pesce, preparazioni a base di pasta sfoglia.
Le bottiglie restano 30 mesi a contatto con i lieviti e successivamente vengono sottoposte all’operazione di remuage meccanico e sboccate. La messa in commercio avviene dopo almeno 5 mesi dalla sboccatura


Franciacorta Brut Millesimato

Le bottiglie restano 40 mesi a contatto con i lieviti, raggiungendo la massima complessità aromatica, e successivamente vengono sottoposte all’operazione di remuage meccanico e sboccate. La messa in commercio avviene dopo almeno 9 mesi dalla sboccatura


Franciacorta Pas Dosé

Soffice pressatura delle uve con pressa pneumatica. Il mosto fermenta in vasche d’acciaio inox a temperatura controllata tra i 16° – 18° e rimane a riposo fino a quando viene imbottigliato con il tappo a corona e coricato in catasta per la presa di spuma


Franciacorta ND – Non Dosato

Le bottiglie restano 30 mesi a contatto con i lieviti e successivamente vengono sottoposte all’operazione di remuage meccanico. Al momento della sboccatura non viene aggiunta la Liqueur d’Expedition e viene rabboccato con lo stesso vino


Franciacorta Rosé

Dopo la pigiadiraspatura (separazione degli acini dai raspi) si procede con la macerazione che varia dalle 4 alle 6 ore, operazione delicata che ci permette di ottenere quella delicata sfumatura di color rosa. Il mosto, separato dalle bucce, fermenta in vasche d’acciaio inox a temperatura controllata tra i 16° – 18° e rimane a riposo fino a quando viene imbottigliato con il tappo a corona e coricato in catasta per la presa di spuma


Celeste Pas Dosé

Le bottiglie restano 72 mesi a contatto con i lieviti, raggiungendo così la massima complessità aromatica, e successivamente vengono sottoposte all’operazione di remuage meccanico e sboccate. La messa in commercio avviene dopo almeno 10 mesi dalla sboccatura

Condividi